Filippo La Mantia

lamantiaPalermitano, classe 1960 
studi al liceo artistico e alla facoltà di architettura, maestro di Karate appassionato di motociclette, nella sua prima vita è fotoreporter di cronaca nera, sua la foto dell’assassinio di Carlo Alberto Dalla Chiesa e della moglie, che ha fatto il giro del mondo.
Nella sua seconda vita è cuoco (attenzione, “cuoco” e non “chef”), la passione per la cucina l’ha ereditata dalla nonna che aveva sempre cibo ad ogni ora, da qui declina il suo concetto di ospitalità; la famiglia era nota per l’attività di forniture per pasticcerie e gelaterie, da qui l’attenzione per i dolci.
Apre un cous cous bar a san Vito Lo Capo, e il cous cous, come il pesto di agrumi che nasce lì, rimarrà una costante della sua cucina.

Nel 2001 si trasferisce a Roma, prima lavora al ristorante Zagara, poi alla Trattoria, locale tra il Pantheon e Piazza Navona, cucina a vista e ospitalità “di casa” diventa un locale di tendenza.
 Nel 2008 passa al Grand Hotel Majestic: il suo ristorante al primo piano che replica, amplificandolo, il successo de La Trattoria, fa rivivere l’atmosfera dimenticata da “dolce vita”. Nel 2015, a Milano in Piazza Risorgimento, ecco il suo progetto più ambizioso: il ristorante Filippo La Mantia, Oste e Cuoco, 1800 mq di ospitalità dalle 8 del mattino all’1 di notte, e di cucina siciliana, sempre quella di casa, rivisitata senza aglio e cipolle, fresca di profumi e sapori della sua terra, una cucina “colorata” come lui stesso ama descriverla.

***

From Palermo, class of 1960, he studies art and architecture, he practises karate and is a motorcycle enthusiast; in his early life he is a crime news photojournalist, he took the worldwide famous photo of the murder of General Carlo Alberto Dalla Chiesa and his wife. In his second life he is a “cuoco”, not a “chef”. He inherited his passion for cooking from his grandmother, hence his concept of hospitality; the family had a supply activity for ice cream and pastries, from which he derives his attention for desserts. He opens a cous cous bar in San Vito Lo Capo. In 2001 he moves to Rome, he first works at the Zagara restaurant then at La Trattoria. In 2008 he moves to the Grand Hotel Majestic: his first floor restaurant which replicates and amplifies the success of La Trattoria, and revives the forgotten atmosphere of the “Dolce Vita”. His most ambitious project comes to life in Milan’s Piazza Risorgimento in 2015: The restaurant Filippo La Mantia, Oste e Cuoco, 1.800 mq. of hospitality and Sicilian cuisine, always the homemade style one, revisited without garlic and onion, fresh in scents and flavours of his land, a “colourful” cuisine as he likes to describe it.

FILIPPO LA MANTIA – OSTE E CUOCO
Piazza Risorgimento, angolo Via Poerio 2/A – 20129 Milano
Tel +39 02 70005309
chef@filippolamantia.com
www.filippolamantia.com

 

La mia caponata di melanzane