La ristorazione in crisi chiama
Euro-Toques risponde: serve unità

Per la ristorazione è un momento delicato, difficile. A dirlo è la stessa Fipe, che punta di nuovo il dito sui miliardi di euro che un settore così fondamentale per il Pil italiano perderà se la chiusura obbligata continua. La “luce”, per così dire, i ristoranti la potranno vedere solo dal primo giugno. E mentre realtà come la stessa Federazione italiana pubblici esercizi si muovono per tentare di convincere il governo ad anticipare le aperture, associazioni come Euro-Toques chiama all’appello tutti i cuochi associati, oltre 300 in Italia, per aiutare il settore.

«Il momento continua ad essere difficile – ha scritto Enrico Derflingher, presidente Euro-Toques Italia e International ai soci della delegazione del Belpaese – stiamo dialogando con le istituzioni per tenere viva la luce sul nostro settore terribilmente colpito da questa pandemia, cerchiamo di stare uniti aspettando nuove notizie positive. La ristorazione rappresenta la cultura del nostro Paese, identità di ogni territorio, non ci possiamo permettere di cadere nell’oblio. I nostri sacrifici, i nostri investimenti dovranno essere tutelati. Sono vicino a tutti voi e alle vostre famiglie».


Fabio Silva e Gianni Tarabini (consiglieri ET), Giovanni Porretto (delegato Euro-Toques Sicilia) e Filippo Sinisgalli (segretario generale ET)

Un messaggio dal cuore, per un direttivo che non abbandona i suoi associati, chef che da sempre sostengono i valori di Euro-Toques, dalla cultura alimentare alla cucina anti-spreco fino al rispetto delle tradizioni di tutti i territori.
Un messaggio che vuole anche incitare a non mollare – un incoraggiamento che Enrico Derflingher ha già trasmesso ai soci e ai cuochi di tutta Italia tramite Italia a Tavola – anche con un piccolo gesto simbolico.

«Per dare voce al nostro movimento vorrei ricevere da tutti voi una foto con il cartello in mano #SostieniLaRistorazione, così da realizzare un video virale per i social». Per farsi sentire, per ricordare a tutti che la ristorazione di Euro-Toques non ha mollato e non mollerà. «Vi chiedo infine, se vi fa piacere, di segnalarci le iniziative sociali che avete portato avanti con grande cuore, attraverso foto e racconti, in modo da comunicarle a tutti i soci». Stessa iniziativa di cui tanti chef ET si sono già fatti bandiera: vedi Enrico Cerea, tristellato di Da Vittorio, tra delivery e cucina all’Ospedale in fiera a Bergamo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.