Simone Ballicu

Il giovane Simone Ballicu, classe 1990, si diploma alla scuola alberghiera Pellegrino Artusi di Roma: da qui inizia il suo cammino professionale, durante il quale incontra Salvatore Tassa alla Casa del Jazz, poi il tristellato Niko Romito, nelle cucine del Reale. Le esperienze continuano per Simone nella capitale, a fianco del creativo Andrea Fusco tra i fornelli del Giuda Ballerino e della stella Riccardo Di Giacinto, grazie al quale affina tecniche e maestria. A queste si aggiunge l’esperienza, sotto la guida di Massimo Riccioli, all’Hotel Majestic.

Rimasto legato al Pastificio San Lorenzo a fianco di Fabio Pecelli, ne gestisce autonomamente, per un anno, la cucina, mentre per due anni, in compartecipazione, si occupa del ristorante Madeleine. È un lungo cammino, questo, per un ragazzo ancora giovane ma pieno di potenzialità, che sta definendo il suo bagaglio formativo, ampliandolo continuamente. I sapori in un piatto, per Simone, devono essere netti, facilmente distinguibili, ma sempre in armonia tra loro: la creatività negli accostamenti non deve mai prescindere dal rispetto per le materie prime.

***

The young Simone Ballicu, born in 1990, is graduated from the hotel school Pellegrino Artusi in Rome: from here he begins his professional journey, during which he meets Salvatore Tassa at Casa del Jazz, and then the three stars Niko Romito, in the kitchens of Reale. He continues his experiences in the capital, beside the creative Andrea Fusco in the kitchen of Giuda Ballerino and with the one star Riccardo Giacinto, thanks to him he refines techniques and skill. Another experience, under the directions of Massimo Riccioli, at the Hotel Majestic.

He remained tied to the Pastificio San Lorenzo beside to Fabio Pecelli and he independently manages the kitchen for one year, while for two years, he takes care of the Restaurant Madeleine. This is a long way for a boy who is still young, but full of capacities, who is refining his training, with a continuous improvement. Course tastes, for Simone, have to be well defined and easily distinguishable, but always in harmony. The creativity of the combinations has never to forget the respect for raw material.

Ristorante Gola ai Parioli
chiuso domenica
via Ruggero Fauro 2 – 00197 Roma
Tel +39 068 075195
info@golaristorante.it
www.golaristorante.it

Numero coperti interni: 36
Numero coperti esterni: 16
Carte di credito: Tutte tranne Diners
WiFi
Prevalenza prodotti del territorio

Culurgiones di grano arso ripieno di coda alla vaccinara, il suo sugo, sedano rapa e fave di cacao