Euro-Toques presente
In tour per la Cucina italiana nel mondo

Posted by Euro-Toques Italia on 14 novembre 2018 in NEWS

La delegazione italiana dell’unica associazione di cuochi riconosciuta dall’Ue è pronta anche quest’anno (il 3° consecutivo) a prendere parte agli eventi in calendario in occasione della Settimana della cucina italiana. Con il settore agroalimentare sempre più forte (l’export tocca i 41 miliardi di euro l’anno), il Made in Italy è pronto a raccontarsi un’altra volta, forte del successo delle prime due edizioni, in ogni angolo del mondo per un’intera settimana.

Antonino Fratello e Gian Marco Centinaio

Le maggiori associazioni di categoria prenderanno parte a questa iniziativa. Tra queste, appunto, Euro-Toques. Alla presentazione avvenuta a Roma, per l’occasione, lo chef Antonino Fratello, coordinatore dell’associazione per la Regione Lazio, insieme ad altri soci ET.

«Dove ci sono queste manifestazioni – ci ha raccontato Fratello – Euro-Toques c’è. Quando si parla di Made in Italy Euro-Toques risponde. Questa è un’occasione fondamentale per divulgare nel mondo quei valori che contraddistinguono allo stesso modo la Cucina italiana e la nostra associazione. Si tratta di puntare sul prodotto, sulle materie prime di nicchia e di qualità allo stesso tempo, e su quegli imprenditori-eroi che ancora oggi portano avanti le nostre tradizioni».

Gli appuntamenti Euro-Toques per la Settimana della Cucina italiana nel mondo
Tra i membri dell’associazione già pronti a partire per promuovere questi valori e queste tradizioni, il delegato Regione Campania Paolo Gramaglia, una stella Michelin del President di Pompei (Na): le sue mete saranno Dubai e Abu Dhabi.
Il presidente Euro-Toques Italia e International, Enrico Derflingher, sarà impegnato a Taiwan, la città del suo ristorante, Il Mercato, per una tre giorni volta alla valorizzazione dei prodotti made in Italy (una promozione che, è bene ricordarlo, prosegue tutto l’anno). Insieme a lui, i soci ET Paolo Morresi, Manuel Baima Besquet e Marco Nadin.
C’è anche chi ha anticipato rispetto al programma ufficiale: si tratta della stella Gianni Tarabini, consigliere dell’associazione, che insieme al delegato Regione Lazio Sandro Serva, il 12 novembre ha animato l’anima gourmet della città di Pechino.
Vancouver, in Canada, avrà l’onore di ospitare, il 22 e 23 novembre, la cucina del tre stelle Michelin Heinz Beck, per una masterclass ed una cena promosse ed organizzate dal Vancouver Community College e dal Consolato italiano in Canada.
Esattamente all’opposto del globo, protagonista Mosca e con lei la new entry dell’associazione nonché delegato regionale Mirko Zago: «I ristoranti di cui sono brand chef, Aist e Bro&n e il locale di cui sono comproprietario, il ristorante Officina, tutti e tre a Mosca, parteciperanno alla Settimana». Chef Zago, unendo poi promozione e solidarietà, ha lanciato un’iniziativa valida dal 19 al 25 novembre: un piatto di Trofie casalinghe, patate, taccole, pesto e pinoli tostati al prezzo di 550 rubli. I ristoranti di Zago in questo senso aderiscono a #lamialiguria, iniziativa che prevede di devolvere 2 euro a Genova per ogni piatto di pasta al pesto consumato.
Rimanendo invece in Europa, Porto ospiterà la cucina della chef Graziella Sangemi, che in occasione della Settimana italiana della cucina nel mondo si recherà alla scuola di hotellerie della città.